Smaltimento Eternit


Richiedi informazioni direttamente al titolare.
No segreterie, contatto diretto! Clicca e Chiama il 348.4407591

Lo StudioEnne, ditta edile in Torino, esegue attività di bonifica e di smaltimento dei materiali che contengono amianto sulle coperture civili ed industriali. Il lavoro è svolto congiuntamente alla Asl la quale riceve il piano di lavoro e segue la pratica fino alla consegna dell’amianto presso le discariche autorizzate.

Per maggiori informazioni o preventivi senza impegno, non esitare a contattarci.

tetto smaltimento eternit torino

La nostra impresa edile con sede a Torino vi garantisce:

  • sopralluogo di tecnici specializzati
  • realizzazione del piano di lavoro con successiva presentazione all’ASL di competenza
  • installazione dell’area di cantiere
  • incapsulamento, rimozione e stoccaggio dell’amianto
  • trasporto dei materiali verso le discariche sottoposte ad autorizzazione

Una volta terminato il processo verrà consegnato all’utente un’attestazione dello smaltimento eseguito nel rispetto della normativa vigente.

La normativa, la composizione dell’amianto e i suoi rischi

Sono i Decreti Ministeriali a regolare lo smaltimento e la bonifica di aree inquinate dalla presenza dell’amianto. Le ditte che si occupano dello smaltimento dell’amianto devono essere registrate presso le Aziende Sanitarie Locali ed iscritte all’apposito Albo Nazionale Smaltitori, nonché possedere una certificazione di sicurezza che garantisca anche la specializzazione.

L’amianto è un minerale in grado di creare danni giacché le sue micro-fibre possono generare malattie di carattere cronico e tumorali all’apparato respiratorio. Il rischio in genere si calcola in base alla friabilità del materiale ed allo stato con cui è conservato, che se cattivo è sicuramente più dannoso. I manufatti in amianto, infatti, possono rilasciare fibre dannose se sottoposti a lesioni o buchi o ancora smerigliature.

Le metodologie con cui lo StudioEnne, società edile nella città di Torino, eseguirà lo smaltimento, sono:

  • analisi dell’ambiente sottoposto a bonifica e calcolo del livello di usura dei materiali in amianto;
  • rilevazione della concentrazione di fibre nell’aria attraverso un’apposita strumentazione di misurazione;
  • rilevamento fotografico del luogo sottoposto a bonifica;
  • prelievo e analisi dei materiali;
  • protezione del materiale lesionato con sigillanti o guaine protettive;
  • schede riepilogative sulle condizioni di pericolo dei manufatti in base alle quali effettuare le operazioni di messa in sicurezza;

La nostra impresa edile, richiede accorgimenti specifici per la sicurezza da parte dei lavoratori impegnati nei sopralluoghi, come ad esempio: l’utilizzo di maschere P3, guanti ermetici a polso chiuso, tuta Tywek, strumentazione professionale.

La presentazione dei piani di smaltimento dell’amianto

I piani di smaltimento vengono poi presentati all’Asl per ottenere l’approvazione del progetto di bonifica entro 30 giorni dalla presentazione della domanda.

Bonificare, la protezione di eventuali impianti di areazione, la copertura della pavimentazione con appositi fogli di polietilene, il sistema di aspirazione con appositi filtri per il contenimento delle fibre nocive, la decontaminazione dell’intera area, la protezione dei lavoratori con indumenti ed attrezzature idonee, l’incapsulamento e la protezione dei manufatti in amianto. Per la sicurezza di tutti fare riferimento solo a ditte specializzate e segnalate dalle ASL locali.